Women In Games è partner del Girl Gamer Esports Festival del 2018

Women In Games WIGJ annuncia la sua partnership con l’edizione 2018 del Girl Gamer Esports Festival, che si terrà nella città di Estoril, Portogallo, dal 20 al 22 luglio. Il festival mira a promuovere la diversità e l’inclusione femminile negli Esports, con sfide a squadre e panel dedicati.

La scaletta dell’evento coprirà due giorni di Esports Festival, in cui squadre femminili si sfideranno in tornei di CS:GO, League of Legends e Clash Royale, e un giorno interamente dedicato alla Esports Business Conference, in cui giocatrici professioniste e leader della game industry prenderanno la parola per illuminare il pubblico e i media riguardo la materia degli Esports in ogni suo ambito.

Women In Games WIGJ è lieta di far parte degli sponsor del Girl Gamer Esports Festival: l’organizzazione no-profit per la diversità nella Game Industry ha da sempre ribadito il suo impegno per una maggiore inclusione femminile negli esports, come si può evincere da qui: https://www.womeningamesitalia.org/2018/07/02/women-in-games-necessaria-maggiore-inclusione-femminile-nel-settore-esports/. Tra gli sponsor figurano anche il Casinò Estoril, Sephora, il sito web di gaming ESC Online, CCA Ontier, l’agenzia di organizzazione eventi The Rainbow, Kaisun Energy Group Limited, Alibaba Cloud, Forger Tech, Evoloop, Metta Sport, il Palàcio Estoril Hotel, Inygon, l’IPDJ – Istituto Portoghese per lo Sport e la Gioventù, e la CCILC – Camera del Commercio e Industria Cinese Portoghese

David Smith, Founder di Women In Games WIGJ, prenderà parte come speaker alla Esports Business Conference.

Women In Games annuncia gli European Games Advocacy Awards

Women in Games WIGJ è lieta di annunciare che gli European Games Advocacy Awards ed il Party di WIGJ si terranno Martedì 11 settembre presso la City University di Londra.
Women in Games vuole conferire un riconoscimento ai Sostenitori del Cambiamento nel settore dei videogiochi a livello europeo.
WIGJ ha una storia di sostegno alla diversità lunga 10 anni, ma a oggi, oltre a essa, vengono discusse e promosse molte altre cause. WIGJ inviterà dei sostenitori di alto livello a presentare i delegati alla conferenza, e a partecipare successivamente alla cerimonia serale in cui verranno consegnati gli Awards. La serata proseguirà con un networking party a cui verranno invitati sia i delegati, sia i game developers locali. Attualmente è in corso la ricerca di partner che possano fare di questi nuovi eventi un successo.
Facebook è lo sponsor principale dell’European Women in Games Conference di quest’anno, che si terrà l’11-12 settembre alla City University di Londra. I temi per il 2018 sono Educazione, Imprenditorialità, Coinvolgimento, Eguaglianza, Evoluzione ed Esports. Dalla giornata di oggi comincerà la Call for Speakers e Sponsors pubblica: ogni speaker o compagnia interessati a far parte dell’evento sulla diversità nella game industry di più alto profilo a livello europeo possono contattare il nostro CEO, Marie-Claire Isaaman, o il nostro Founder, David Smith.

Women in Games: necessaria maggiore inclusione femminile nel settore eSports

Women in Games, l’organizzazione no-profit per la diversità nella Game Industry, è lieta di pubblicare un documento di discussione che riassuma ed indirizzi il problema della sottorappresentazione delle donne in ogni ambito degli eSports. Tale documento è stato stilato in occasione del primo Global Esports Forum organizzato da Intel ed ESL a Katowice il 1° Marzo 2018, lavorando a stretto contatto con i gruppi Women in Games in Francia, Germania e Italia.

L’industria degli eSports è dominata dagli uomini. Il numero delle donne che ricoprano un ruolo lavorativo nelle competizioni sportive elettroniche o che gareggino professionalmente è stimato circa al 5%, o con un rapporto di 1 a 20. Women in Games WIGJ e le sue delegazioni europee si propongono quindi di utilizzare l’esperienza maturata nella promozione della diversità di genere nei videogiochi, online e mobile, per incoraggiare una maggiore diversità nel Gaming competitivo.

David Smith, Fondatore di Women in Games WIGJ e autore del documento, ha commentato: “Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito alla stesura di questo documento e siamo lieti di essere stati in grado di collaborare a questa iniziativa con le mie controparti da Francia, Germania e Italia. Molti professionisti dell’industria degli eSports hanno capito che incoraggiare una maggiore partecipazione delle donne, sul palco e dietro le quinte, è cruciale per il successo stesso di questo settore, ed è fondamentale promuovere un impegno socialmente responsabile. Questo studio espone raccomandazioni rivolte ad Intel, ESL e a tutte le parti interessate”.

La sintesi del documento è disponibile su http://www.womeningames.org/women-in-esports/. Il documento completo può essere richiesto tramite mail a David Smith, Fondatore di Women in Games WIGJ, Audrey Leprince, Fondatrice di Women in Games Francia, Ruth Lemmen, Co-Fondatrice della Conferenza Womenize! in Germania, o Micaela Romanini, Fondatrice di Women in Games Italia.